Chi siamo

Navigare, solcare le acque, dirigersi verso la solitaria Isola di San Giulio partendo da ogni sponda del lago d’Orta, un servizio oggi essenziale e quanto mai scontato per noi residenti e per tutti i turisti in transito sul nostro territorio. Oggi i turisti che vogliono attraversare il lago e visitare l’isola di San Giulio possono usufruire, infatti, di un efficiente servizio pubblico di navigazione attivo ogni giorno da marzo a ottobre con orari stabiliti al fine di garantire una copertura giornaliera rafforzata nei week-end e il giovedì in occasione del mercato settimanale di Omegna.

Guido Lubelli

Capitano

Responsabile gruppi

Moreno Lubelli

Capitano

Direttore di esercizio

Renzo Bino

Pilota motorista

Comandante motonave Azalea

Gionata Lubelli

Pilota motorista

Comandante motonave Valentina

Alessandro Mazzuzzi

Marinaio

Addetto alla biglietteria

LA NOSTRA FLOTTA

L'attuale flotta in navigazione è composta da 3 motonavi di diverse dimensioni: "Ortensia", "Valentina" e "Azalea"

Ortensia

L'ammiraglia, una motonave di 24 metri disposta su 2 ponti, uno aperto e uno chiuso. Trasporta fino a 295 passeggeri.
É munita di servizi igienici, arredamento tavoli e sedie, filodiffusione con microfono messo a disposizione anche per guide turistiche e accompagnatori.

Valentina

L'ultima arrivata, a disposizione 107 posti.
Ideale per crociere di gruppi composti da 60 persone. Servizi igienici a bordo, filodiffusione.

Azalea

La memoria storica che solca le acque del lago dal 1984.
Con 70 posti, realizzati in comodi sedili rivestiti, L'ideale per gruppi interi di medie dimensioni. A bordo è disponibile la filodiffusione per guide e accompagnatori

Il lago d'Orta

Il lago d'Orta è un lago prealpino del Piemonte collocato tra le province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola.
Nel medioevo il lago era noto come lago di San Giulio e solo a partire dal XVII secolo cominciò ad affermarsi il nome attuale di lago d'Orta, dalla principale località, Orta San Giulio. Il nome Cusius (Cusio) deriva da una cattiva lettura della Tabula Peutingeriana dove compare un lacus Clisius la cui esatta identificazione è incerta. Il nome Cusio (diffuso sulla base dell'autorità dello storico Lazzaro Agostino Cotta, autore della Corografia della Riviera di San Giulio alla fine del Seicento) entrò comunque nell'uso, dapprima erudito e quindi amministrativo ed è ora utilizzato per indicare il lago. Sono invece da relegare tra le speculazioni fantastiche le ipotesi che farebbero derivare il nome Cusius dalla fantomatica tribù degli Usii. Il nome degli Usii appare per la prima volta negli scritti dello storico Antonio Rusconi, verso il 1880, e da alcuni è stato ripreso acriticamente in seguito.

Geografia

A est, il monte Mottarone separa il lago d'Orta dal Lago Maggiore, mentre a ovest, monti alti fino a 1300 metri separano lo specchio acqueo dalla Valsesia. È il più occidentale fra i grandi laghi prealpini, originato dal fronte meridionale del ghiacciaio del Sempione. Contrariamente a quanto accade con molti laghi alpini, che hanno un emissario a sud, le acque del lago d'Orta escono dal lago a nord e attraversano la città di Omegna, dando origine al torrente Nigoglia, che confluisce nello Strona che, a sua volta, sfocia nel Toce e quindi nel Lago Maggiore. Al centro del lago si trova l'isola di San Giulio, di dimensioni assai contenute, che ospita nella Basilica le spoglie del santo omonimo.

Cenni storici

La presenza umana sul lago d'Orta è antica e risale almeno al neolitico, come testimoniano gli scavi archeologici condotti sull'isola di San Giulio, che hanno portato alla luce un frammento ceramico ascrivibile alla Cultura VBQ. Nel corso dell'età del ferro il lago era abitato da genti celtofone inquadrabili nell'ambito della Cultura di Golasecca. Nei secoli successivi il territorio segue il processo di romanizzazione che caratterizza la Transpadana. Alla fine del IV secolo i due fratelli greci Giulio e Giuliano, originari dell'isola di Egina arrivano sulle rive del lago e si dedicano, con il beneplacito dell'imperatore Teodosio I all'abbattimento dei luoghi di culto pagani e alla costruzione di chiese. La leggenda vuole che san Giulio abbia lasciato al fratello Giuliano il compito di edificare a Gozzano la novantanovesima chiesa, cercando da solo il luogo dove sarebbe sorta la centesima. Individuata nella piccola isola il luogo adatto, ma non trovando nessuno disposto a traghettarlo, Giulio avrebbe steso il suo mantello sulle acque navigando su di esso. Sull'isola Giulio sconfisse i draghi e i serpenti che popolavano quel luogo, simbolo evidente della superstizione pagana, cacciandoli per sempre e gettando le fondamenta della chiesa nello stesso punto in cui oggi si trova la basilica di San Giulio. La leggenda del Santo Giulio è citata in numerose opere[1]. Con l'arrivo dei longobardi, attorno all'anno 570, le terre dell'Alto Novarese furono inquadrate nel ducato di San Giulio, a capo del quale fu posto nel 575 il duca Mimulfo, con l'incarico di difendere l'Ossola dai Franchi. Quando, pare a causa del tradimento di Mimulfo, i Franchi varcarono il Sempione il re dei Longobardi Agilulfo fece decapitare Mimulfo. Un sarcofago che si dice aver ospitato le sue spoglie è attualmente utilizzato come cassetta per le elemosine nella Basilica. Nel 957 il castello dell'isola di San Giulio, in cui si era asserragliato Berengario d'Ivrea, venne assediato da Litolfo, figlio dell'imperatore Ottone I. Alla morte di Litolfo, Berengario riprese le ostilità, costringendo lo stesso imperatore a calare in Italia. Mentre Berengario si fortificava a San Leo nel ducato di Spoleto, sua moglie Willa, radunati tutti i suoi tesori, si rifugiò sull'isola di San Giulio, essendo queste le uniche fortezze del regno a poter resistere a lungo. L'assedio del 962 all'isola durò in effetti due mesi dopodiché la regina si arrese. Ottone si impossessò del tesoro ma, ammirato dal coraggio della regina, le permise di raggiungere il marito. Durante l'assedio nacque sull'isola Guglielmo da Volpiano, futuro abate di Digione. Nel 1219, dopo una contesa ventennale tra il vescovo e il Comune di Novara, nacque formalmente il feudo vescovile della "Riviera di San Giulio". Nel 1311 lo staterello divenne contea imperiale e successivamente conosciuta anche come principato vescovile. Nel 1767 i diritti sovrani sul territorio furono ceduti alla casa Savoia. La definitiva cessione di potere ai Savoia avvenne però solo nel 1817 con la rinuncia ufficiale da parte dell'ultimo principe-vescovo titolare. Il Comune di Omegna e la parte settentrionale del lago si federarono invece con il Comune di Novara fin dal 1221, seguendo le sorti del Novarese.

Arte e cultura

Proprio del lago d'Orta è originario Gianni Rodari, nato il 23 ottobre 1920 a Omegna. Nelle sue opere ritornano citazioni al lago d'Orta: C'era due volte il Barone Lamberto (ambientato sull'Isola di San Giulio); Il ragioniere-pesce del Cusio. Il comune di Omegna ha realizzato un parco dedicato a Rodari. Meta ideale di artisti e scrittori, fu teatro del breve incontro tra Nietzsche e Lou Andreas Salomè, che costituì una delle rarissime esperienze femminili del grande filosofo. È sul lago d'Orta che Nietzsche, dopo il rifiuto di Lou Salomé alla sua proposta amorosa, iniziò la gestazione delle sue opere critiche, tra cui il famoso "Così parlò Zarathustra".

Orari

Il servizio pubblico di linea riprenderà a marzo 2017

Biglietti

I biglietti saranno nuovamente acquistabili a partire da Marzo 2017

  • € 3,15 biglietto a/r
    Orta - Isola
  • Andata e ritorno
  • Tragitto di circa 5 minuti con partenza Orta San Giulio e arrivo diretto sull'Isola di San Giulio.
  • € 4,90 mini crociera
    CENTRO LAGO
  • Mini-crociera di circa 20 minuti con partenza da Pella.
  • PELLA - SAN FILIBERTO - LAGNA - ISOLA - ORTA - ISOLA - PELLA
  • Il tragitto oltrepassa la località Pella San Filiberto di Prorio per raggiungere prima l'Isola di San Giulio e infine Orta San Giulio.
  • Il biglietto permette di scendere e risalire in tutte le località previste dalla tratta.
  • € 4,90 biglietto a/r
    Pettenasco - Orta
  • Andata e ritorno
  • HOTEL GIARDINETTO - PETTENASCO - HOTEL L'APPRODO - ORTA
  • € 6,15 biglietto a/r
    Pettenasco - Omegna
  • Andata e ritorno
  • HOTEL L'APPRODO – PETTENASCO – HOTEL GIARDINETTO - OMEGNA
  • € 7,35 biglietto a/r
    Omegna - Orta
  • Andata e ritorno
  • Crociera di circa 50 minuti con partenza Omegna e arrivo a Orta San Giulio e viceversa.

Gruppi

Navigazione Lago d’Orta offre un servizio di noleggio della propria flotta per rendere indimenticabili le vostre gite di gruppo, meeting aziendali e le vostre cerimonie.

Noleggio

Ortensia: quota di noleggio privato per le prime 2 ore di navigazione 600 euro, ogni ora aggiuntiva si calcolano 150 euro.
Valentina: quota noleggio privato per le prime 2 ore di navigazione 500 euro, ogni ora aggiuntiva si calcolano 100 euro.
Azalea: quota noleggio privato per le prime 2 ore di navigazione 350 euro, ogni ora aggiuntiva si calcolano 50 euro.

Matrimoni

Per l'evento più importante della vostra vita sono disponibili le motonavi Ortensia e Valentina sulle quali potete organizzare qualsiasi attività di intrattenimento musicale, allestimento e aperitivo navigando dal vostro ristorante scelto o dalle località prescelte. Non è possibile raggiungere il piccolo molo di Casa Bossi, Comune di Orta San Giulio, con i nostri battelli. Il pontile pubblico più vicino è quello di Orta San Giulio piazza Motta. Noleggio per matrimoni su richiesta e preventivo.

Gruppi

Mini crociera con aperitivo a bordo

Per gruppi organizzati da Agenzie di Viaggio, Associazioni e scolaresche è possibile seguire il vostro itinerario di visita ospitando a bordo la vostra guida turistica locale.
Gruppi organizzati su richiesta e prenotazione anticipata
Possibilità di ospitare a bordo il vostro aperitivo durante la mini crociera Orta-Pella-Isola di San Giulio.
Disponibile tutto l'anno e tutti i giorni previa prenotazione e nostra disponibilità, anche durante tutte le festività.

Comunicazioni

ATTENZIONE: Il Servizio Pubblico di Linea riprende a marzo 2017
per gruppi organizzati siamo invece disponibili tutto l'anno su richiesta a info@navigazionelagodorta.it


 tariffe tariffe 2016
 Decreto della Presidente della Giunta Regionale 22 giugno 2009, n. 6/R.
Regolamento regionale recante: “Disposizioni e prescrizioni per la navigazione sulle acque del Lago d’Orta (Legge regionale 17 gennaio 2008, n. 2, articolo 11, comma 3)”. 

 

SERVIZI PER GRUPPI ORGANIZZATI:
Per gruppi organizzati di minimo 20 persone, da prenotare alla mail   info@navigazionelagodorta.it indicando data e pontile di partenza

Potete organizzare le vostre visite con  le guide turistiche abilitate dalla Provincia di Novara 

Itinerario di navigazione di linea proposto per gruppi:
- ore 9,30 partenza da Pella San Filiberto
e navigazione verso Orta San Giulio 
- arrivo a Orta e sull'Isola di San Giulio per vostre soste di visita
- tardo pomeriggio ritorno a Pella San Filiberto con partenze continue dall'isola e da Orta
euro 4,50 a persona per gruppi di minimo 20 persone 
 

Per raggiungere Pella dall'autostrada uscita Arona o Borgomanero: proseguire in direzione lago d'Orta fino e seguire le indicazione per Pella lungo la Strada Provinciale 46 oltrepassando il centro di San Maurizio d'Opaglio. Al semaforo di San Maurizio d'Opaglio svoltare a destra in via Bellosta e proseguire per circa 3 chilometri fino a raggiungere direttamente il pontile di San Filiberto.
Il pontile si trova davanti alla chiesa di San Filiberto ed è ben riconoscibile.
Il parcheggio pullman, gratuito, si trova dietro alla chiesa mentre quello delle auto, gratuito, è a 20 metri dal pontile. 
coordinate pontile Pella San Filiberto: via Lungolago 102 Pella 

pella san filiberto

INTESTARE VOUCHER A:
Navigazione lago d'orta srl
Via Curotti, 36
28887 Omegna
P.IVA 01067040038
tel Capitano Guido Lubelli +39 345 517 0005
presentare il voucher prima di salire a bordo e solo al nostro personale 


07.01.2016 - ENTE GIARDINI BOTANICI VILLA TARANTO
Stretta la nuova collaborazione tra Navigazione lago d'Orta srl e l'Ente Giardini Botanici di Villa Taranto che promuoverà in modo sinergico nuove attività di promozione rivolte ai turisti attesi sull'area dei laghi per la stagione 2016 in arrivo: presenta il tuo biglietto di Villa Taranto a bordo! 

 

 

04.01.2016
La Basilica di San Giulio sull'Isola di San Giulio rispetta i seguenti orari:
da aprile a settembre orario continuato 9,30-18,00 - lunedì mattina chiusa, apertura ore 12,00 
durante le celebrazioni religiose, eventi e concerti non è possibile visitare la Basilica - SS Messa domenicale dalle ore 11,00 alle 12,30.

Live Stream

Contatti

Navigazione Lago d'Orta S.r.l.

Via Curotti 36 - 28887 Omegna (VB)
Tel. +39 345 5170005    +39 329 3431378
Tel. +39 338 3355998 (Comunicazione e Stampa) Email: info@navigazionelagodorta.it